Testo del mio intervento a Digital Italy 2021 organizzato da TIG. Il tema di quest’anno era la resilienza del digitale.

Che vuol dire resilienza, la resilienza che troviamo nel titolo di questo evento?

Mi sono fatto una idea che forse distorce un po’ la definizione classica di resilienza. …

Questi sono i giornali, i servizi e le riviste ai quali sono abbonato:

Quotidiani e giornali italiani

  • Il Foglio
  • Linkiesta
  • Il Post
  • Il Riformista
  • Il Sole 24 Ore

Servizi

  • Good Morning

Quotidiani stranieri

  • New York Times
  • Wall Street Journal
  • Washington Post
  • Financial Times
  • The Guardian

Riviste

  • The Atlantic
  • The New Yorker
  • Monocle

Management & Technology

  • McKinsey
  • Harvard Business Review
  • MIT Sloan Management Review
  • MIT Technology Review

Periodicamente riemerge il dibattito su quale sia il ruolo (e destino) degli operatori di telefonia al tempo di Internet. Specialmente gli incumbent (ma non solo) vedono i loro margini contrarsi sempre di più, a fronte di ingenti investimenti richiesti per poter continuare a competere ed offrire servizi di qualità agli…

Cari colleghi, vogliamo ragionarci in modo schietto e diretto?

Ho partecipato ad un dibattito di un think-tank su ricerca e innovazione. Le regole di queste riunioni vietano di dire chi fosse presente, ma permettono di citare i temi discussi. …

Dati e confronti nel campo dell’Information & Communication Technology

Nel nostro Paese si parla molto della rete tedesca di centri per l’innovazione tecnologica conosciuta come Fraunhofer. Con l’amico Marco Bentivogli abbiamo proposto di creare la rete InnovAction, valorizzando e integrando centri italiani che hanno struttura e missione confrontabile (come Fondazione LINKS, Fondazione Bruno Kessler e Cefriel). Ma qual è…

Quando andavo alle elementari e medie, con la fine della scuola si apriva un lungo periodo prima del viaggio ad agosto per andare a trovare i nonni e per le tradizionali settimane di vacanze al mare, sull’Adriatico. …

Siamo al servizio del click, del mi piace, del sondaggio, dell’audience, del consenso. Mai fare scelte scomode, contro corrente, anche se giuste.

Non è giusto ciò in cui crediamo: è giusto ciò che ci fa acquisire consenso. Si vive per il consenso. A nulla si rinuncia pur di non perdere consenso. Tutto si fa per acquisirne un po’ di più. Si dice qualunque cose e il suo contrario per il consenso. La coerenza, la verità, la fatica della ricerca del profondo scompaiono.

E così non ci accorgiamo che diventiamo signori del nulla, della «casa costruita sulla sabbia», senza fondamenta, senza ragione, senza fatica, senza essenza. Solo interesse, magari coperto di vuote parole, retorica fine a se stessa. Solo relazione, scambio, compromesso. Senza passione, senza sostanza, senza anima.

Una maschera vuota con un po’ di belletto.

Oggi sul tema delle reti se ne sono dette di cotte e di crude e voglio provare a fare un po’ di ordine.

Questa mattina leggo questo tweet di Del Rio:

Grande grande confusione. Andiamo con ordine. Ho risposto così:

Ci sono tante infrastrutture e tecnologie che sono…

In questi giorni si parla molto di rete unica e mi par di scorgere una grande confusione. …

Una proposta “forte”

Nel nostro paese si vive un dibattito decennale centrato sulla diatriba “prima la domanda” o “prima l’offerta” nel mondo della banda ultra-larga.

  • Alcuni (incluso me) ritengono che l’offerta di banda ultra-larga sia ancora insufficiente (FTTC non basta) e a macchia di leopardo.
  • Gli operatori dicono che nonostante gli investimenti l’adozione…

Alfonso Fuggetta

Insegno Informatica al Politecnico di Milano e lavoro al Cefriel. Condivido su queste pagine idee e opinioni personali.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store