Capisco i tuoi commenti.

Il punto che sollevavo è relativo alla strategia complessiva e alla determinazione delle priorità. in questo senso, i 4 anni non mi paiono una priorità e rendono ancora più confuso il quadro complessivo e la strategia di medio-lungo periodo.

Peraltro, non capisco la contro-critica di mila spicola quando dice che al sud ci sono limiti già oggi nella struttura dei percorsi didattici rispetto al nord. Sono fatti diversi. Non è che siccome al sud ci sono problemi allora si deve lanciare una iniziativa nazionale di questo tipo. Si affrontino i problemi per quello che sono, senza commistioni improprie di temi e iniziative.

Ripeto, mi piacerebbe vedere una strategia coerente di respiro nazionale e di lungo periodo (per esempio, qual è il ruolo in tutto ciò delle iniziative educative di cui si parla sui giornali relativi a Industria 4.0?) in base alla quale definire delle priorità e quindi un piano di azione. Non vedo nulla di tutto ciò in quel che si sta facendo.

Insegno Informatica al Politecnico di Milano e lavoro al Cefriel. Condivido su queste pagine idee e opinioni personali.